Anteprima forex: TRY in calo del 2.1% dopo che Erdogan manda a casa il Governatore della Banca centrale

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

1. Anteprima forex: TRY in calo del 2.1% dopo che Erdogan manda a casa il Governatore della Banca centrale

La lira turca (TRY) ha perso pesantemente terreno dopo che il presidente turco Erdogan ha agito come vorrebbe fare Trump con Powell. Erdogan ha mandato a casa il presidente della Banca centrale, molto probabilmente perché vuole vedere tagli i tassi di interesse. La lira turca ha perso fino al 2.1% nei confronti del dollaro e il 2.2% nei confronti dell’euro questa mattina. Sempre sui mercati valutari, l’USD ha mantenuto gran parte dei guadagni di venerdì nella mattinata odierna, ma potrebbe avere vita difficile finché non vi sarà maggiore chiarezza dalla Fed o i mercati azionari prenderanno una direzione chiara. La moneta unica rimane sotto pressione dopo una serie di dati industriali deludenti dalla Germania, che potrebbero estendere i cali in giornata.*

 

2. I solidi dati NFP pesano sulle aspettative di taglio dei tassi

I dati NFP di venerdì sono stati sorprendentemente positivi e hanno fornito all’USD una spinta positiva; i mercati azionari sono affondati leggermente, ma sono poi riusciti a recuperare terreno. L’azionario globale è stato generalmente supportato venerdì dalle crescenti aspettative che le banche centrali mantengano i tassi di interesse a o attorno ai minimi record per supportare la crescita economica; tuttavia, i dati NFP migliori delle attese di venerdì hanno rimescolato le carte in tavola, riducendo le aspettative di un taglio dei tassi di interesse della Federal Reserve Usa al prossimo incontro. Oggi le borse UE sono calate mentre i future azionari Usa puntano al ribasso, dal momento che i mercati sono incerti sul corso della politica monetaria futura della Fed.**

 

3. Oro positivo. Altri tori all’orizzonte?

I prezzi dell’oro sono avanzati lunedì dopo il forte calo della seduta precedente, con i solidi dati occupazionali Usa che hanno spinto il dollaro al rialzo, facendo calare la domanda del metallo denominato in USD. Alle 7:55 GMT l’oro spot era scambiato in rialzo dello 0.6% a $1406.83 per oncia. Da notare che lo XAU/USD è calato di più dell’1% venerdì, per il primo calo settimanale delle ultime 7 settimane. L’oro spot potrebbe essere in corsa per recuperare i recenti massimi qualora i mercati azionari dovessero mettersi nei guai.***

 

Puoi trovare e fare trading con i CFD sugli asset sopra indicati e altri ancora sulle piattaforme forex e di CFD di BDSwiss.

 

Fonti:
*FXStreet 8 luglio, 2019 03:07 AM ET
**Reuters 8 luglio, 2019 3:53 AM ET
***CNBC 8 luglio, 2019 2:48 AM ET

Inizia a fare trading

Capitale a rischio. Soggetto a T&C.

Share.
Risk Warning: Trading in Forex/ CFDs and Other Derivatives is highly speculative and carries a high level of risk. General Risk Disclosure