EUR/USD in corsa per un guadagno settimanale dell’1%

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

1. EUR/USD in corsa per un guadagno settimanale dell’1%
Le crescenti aspettative che la BCE possa mettere finalmente fine all’ingente programma di alleggerimento quantitativo all’incontro di settimana prossima stanno continuando a spingere l’EUR al rialzo nei confronti dell’USD. La coppia EUR/USD ha esteso la propria ripresa, schizzando ieri ad un massimo di tre settimane. Oggi la moneta unica ha perso terreno nei confronti del dollaro e alle 6:45 GMT di questa mattina era scambiata a quota 1.1778, tuttavia la coppia si appresta comunque a registrare un guadagno settimanale dell’1%. Gli investitori stanno scaricando l’USD in seguito al rischio di una guerra commerciale in piena regola, con tutti gli occhi puntati ora sul G7 in Canada.*

2.Dollaro in prossimità dei minimi di 3 settimane
Il verdone si è portato in prossimità di un minimo di tre settimane nei confronti delle sue controparti venerdì, con i rendimenti delle Treasury Usa che sono calati a causa dei timori da parte degli investitori di una guerra commerciale globale in previsione del G7 in Canada. L’indice del dollaro è calato dello 0.75% questa settimana nei confronti di un paniere di sei valute maggiori, attestandosi giovedì ai minimi del 17 maggio di 93.213. Il dollaro è sotto pressione questa settimana, con l’euro che è rimbalzato da un minimo di 10 mesi grazie alla speculazione che la BCE potrebbe mettere fine al suo ingente programma di stimolo al prossimo incontro di politica monetaria di giovedì 14 giugno.**

3.I prezzi del greggio avanzano dopo i tagli alla produzione in Venezuela
I prezzi del greggio sono avanzati questa settimana, guidati dall’incapacità del Venezuela di ottemperare ai propri obblighi di produzione. Il greggio WTI Usa è cresciuto questa settimana, raggiungendo un massimo giovedì a fronte della situazione in Venezuela e dei tagli alla produzione volontari operati dall’OPEC. In particolare, i prezzi sono stati supportati dalle interruzioni alla fornitura in Venezuela, dove la società petrolifera statale PDVSA non riesce a far fronte agli arretrati di circa 24 milioni di barili pronti per essere spediti ai clienti. Alle 7:00 GMT di venerdì mattina, il greggio (USOIL) calava dello 0.6%, con gli investitori che hanno deciso di prendere i benefici dopo il lungo rally.***

 

Puoi trovare e fare trading sugli asset sopra indicati sulle piattaforme forex e di CFD di BDSwiss.

*Fonte: Reuters

**Fonte: Investing

***Fonte: CNBC

 

Inizia a fare trading

Capitale a rischio. Soggetto a T&C.

Share.
Risk Warning: Trading in Forex/ CFDs and Other Derivatives is highly speculative and carries a high level of risk. General Risk Disclosure