I prezzi del petrolio rimbalzano dell’1%

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

1. I prezzi del petrolio rimbalzano dell’1%

I prezzi del petrolio sono rimbalzati di più dell’1% questa mattina in seguito alle tensioni medio-orientali, ma non hanno recuperato appieno le perdite subite ad inizio settimana. Con le tensioni che continuano tra Iran e Stati Uniti, rimangono diversi rischi per l’offerta in gioco e questi potrebbero fornire ulteriore supporto ai prezzi del petrolio, che al momento risentono della forza del dollaro Usa. Da notare anche che il verdone è calato dai massimi di due anni ieri dopo alcuni dati deboli dagli Stati Uniti. Se l’USD dovesse continuare a calare, il greggio (USOIL) e il Brent (CL_BRENT) potrebbero avanzare ulteriormente.*

 

2. Apertura positiva per i mercati europei

Le borse europee hanno aperto in positivo quest’oggi, mentre l’EUR/USD potrebbe registrare un movimento correttivo, dal momento che l’indice DXY evidenzia un doppio massimo. I mercati dell’Asia Pacifico hanno chiuso la giornata di venerdì per lo più in negativo, con gli investitori che rimangono preoccupati per le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina.**

 

3. L’Aussie rimane sottotono

L’AUD/USD è sotto pressione quest’oggi dopo che Westpac Bank ha rivisto la propria previsione per i tagli della RBA per il 2019 da 2 a 3. Sempre sui mercati valutari, la debolezza dell’USD ha contribuito al rimbalzo del kiwi venerdì, con la coppia NZD/USD che era scambiata attorno a quota 0.6527 alle 6:30 GMT di questa mattina.***

 

4. Royal Mail crolla del 10%

Le azioni di Royal Mail hanno chiuso la giornata in calo del 10.86% giovedì dopo aver annunciato che nonostante i dividendi per l’anno concluso a marzo sarebbero aumentati di 1 penny a 25p per azione, per l’attuale anno fiscale vi sarà un taglio del 40% a 15p. Viceversa, Merlin Entertainments PLC ha chiuso in rialzo del 7.55% giovedì sulla scia delle speranze di una privatizzazione dell’azienda. Le azioni di Avon Products hanno continuato a guadagnare terreno e hanno chiuso ieri in rialzo del 3.15% ora che l’azienda si sta portando verso una vendita al produttore di cosmetici brasiliano Natura Cosmetico SA.***

 

5. Prezzi dell’oro supportati dalla debolezza del verdone

I prezzi dell’oro sono rimasti stabili questa mattina dopo essere cresciuti oltre quota $1280 durante la seduta precedente, con i deboli dati Usa che hanno spinto il dollaro in calo dai massimi di due anni e hanno riacceso le speranze di un taglio dei tassi della Fed per quest’anno. Il sentiment di avversione al rischio potrebbe caratterizzare la giornata odierna, supportando l’oro spot e spingendo così l’USD/JPY in calo. Rimangono diversi rischi per l’offerta al momento.****

 

Puoi trovare e fare trading con i CFD sugli asset sopra indicati e altri ancora sulle piattaforme forex e di CFD di BDSwiss.

 

Fonti:
*Investing 24 maggio 2019 2:48 AM ET
**CNBC 24 maggio 2019 3:53 AM ET
***FXStreet 24 maggio 2019 03:07 AM ET
****Bloomberg 24 maggio 2019 06:13 AM ET

Inizia a fare trading

Capitale a rischio. Soggetto a T&C.

Share.
Risk Warning: Trading in Forex/ CFDs and Other Derivatives is highly speculative and carries a high level of risk. General Risk Disclosure