L’avversione al rischio ha la meglio e l’oro avanza

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

1. L’avversione al rischio ha la meglio e l’oro avanza

L’oro spot come asset rifugio non ha deluso ed è avanzato dopo che gli investitori hanno tentato di proteggersi dal mercato orso in arrivo e potrebbero ora apprestarsi a mettere in discussione il recente massimo di 6 anni. Alle 7:55 GMT la coppia XAUUSD era scambiata a in rialzo dello 0.5% a $1425.01 questa mattina.*

 

2. Prezzi del petrolio in lieve rialzo

I prezzi del petrolio sono avanzati leggermente mercoledì mattina dopo aver registrato un forte calo nella seduta precedente. I prezzi del petrolio rimangono supportati dall’estensione dei tagli alla produzione dell’OPEC e degli alleati nonostante le preoccupazioni per il fatto che il rallentamento dell’economia globale potrebbe ridurre la domanda.**

 

3. Ottimismo per il commercio vacilla

I mercati asiatici hanno chiuso contrastati mercoledì mattina, con l’ottimismo del mercato per i negoziati commerciali sino-americani che è andato scemando. Le speranze di un accordo commerciale tra Cina e Stati Uniti tengono a galla i mercati nonostante una serie di indicatori punta ad una possibile fine amara dell’attuale fase economica in cui si trova l’economia globale. Sotto il profilo politico, è possibile sostenere che il caos è divenuta la nuova normalità, con l’UE che discute dei candidati alla leadership, la Brexit che è una saga senza fine, l’Iran che ha dichiarato di superare i limiti sull’uranio e Hu-Xijin che posta che i cinesi stanno diventando ostili verso gli Stati Uniti.***

 

4. Borse Usa vacillano

I future degli indici azionari Usa sono contrastati mercoledì mattina, dal momento che l’escalation delle preoccupazioni per la crescita globale pesa sulla fiducia degli investitori. Oggi sarà una giornata di trading prefestiva in previsione delle celebrazioni del 4 luglio di domani. L’ISM non manifatturiero Usa potrebbe essere l’evento più importante della giornata.**

 

5. Anteprima forex: USD in ripresa

L’USD ha recuperato parte delle perdite di questa mattina dopo il calo dei rendimenti Usa. Al momento il verdone è scambiato per lo più in calo ma ha ottenuto un certo momentum, specialmente rispetto alla debolezza del GBP. L’EUR è rimasto scambiato al di sotto del livello di 1.13 con un movimento molto contenuto. Le tensioni commerciali dai due lati dell’Atlantico dovrebbero continuare a pesare sulla moneta unica.****

 

6. Bitcoin sopravvive ad un altro sell-off

Bitcoin si è ripresa dopo aver violato al ribasso il livello di $10.000 su base intraday. BTC ha chiuso oltre quota $10.400 ieri, avanzando ulteriormente nella notte, pertanto l’outlook ribassista degli scorsi giorni sembra essere stato superato.*****

 

Puoi trovare e fare trading con i CFD sugli asset sopra indicati e altri ancora sulle piattaforme forex e di CFD di BDSwiss.

 

Fonti:
*FXStreet 3 luglio, 2019 03:07 AM ET
**Reuters 3 luglio, 2019 3:53 AM ET
***CNBC 3 luglio, 2019 2:48 AM ET
****Bloomberg 3 luglio, 2019 06:13 AM ET
*****Investing 3 luglio, 2019 06:13 AM ET

Inizia a fare trading

Capitale a rischio. Soggetto a T&C.

Share.
Risk Warning: Trading in Forex/ CFDs and Other Derivatives is highly speculative and carries a high level of risk. General Risk Disclosure