Dollaro verso un massimo di un mese e mezzo sullo yen

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

1. Dollaro verso un massimo di un mese e mezzo sullo yen
Il dollaro Usa si sta portando verso un massimo di un mese e mezzo nei confronti dello yen venerdì, dal momento che la propensione al rischio è andata migliorando dopo il calo delle tensioni legate alla Siria. Il verdone ha guadagnato circa lo 0.3% nei confronti dello yen questa settimana, con l’azionario che ne ha beneficiato giovedì in previsione dei solidi dati sulle trimestrali. Le recenti tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina e la possibilità di un attacco missilistico guidato dagli Stati Uniti in Siria sono calate. Questo ha permesso all’USD di avanzare senza freni. Da notare che i verbali di ieri della Fed hanno evidenziato che i funzionari della Banca centrale sono ottimisti rispetto all’economia e questo ha supportato ulteriormente il dollaro.*

2. Il petrolio registra il rally più marcato da luglio
Il WTI (USOIL) alle 7:00 GMT era scambiato a $67.04 al barile dopo essere cresciuto giovedì ai massimi del 2014. Il petrolio si appresta a registrare il maggior guadagno settimanale in oltre 8 mesi in seguito alle speculazioni legate alle possibili interruzioni della fornitura a causa delle tensioni in Medio Oriente. Giovedì il presidente Donald Trump si è incontrato con il team per la sicurezza nazionale per discutere di come reagirebbero gli Stati Uniti a quello che sembrerebbe essere un attacco con armi chimiche in Siria. Tale scenario desta preoccupazioni per possibili interruzioni future dell’offerta.**

3. La coppia GBPEUR potrebbe raggiungere quota 1.19
Mentre la sterlina cresce lentamente nei confronti delle sue controvalute dopo il calo giunto sulla scia della Brexit, gli analisti dibattono della possibilità di una rottura al rialzo. In particolare, Kit Juckes, stratega macro di Société Générale, ritiene che lo scenario fondamentale per la sterlina sia migliorato negli ultimi mesi. Secondo Juckes, possiamo ora aspettarci una crescita economica più rapida, minori disturbi politici (in particolar modo per quanto riguarda la Brexit) e una Bank of England (BOE) maggiormente disposta ad alzare i tassi di interesse. Questo potrebbe fornire il supporto necessario affinché la sterlina possa avanzare. Juckes ritiene che la coppia GBPEUR possa raggiungere fino a quota 1.19EUR nel 2018.

Puoi trovare e fare trading sugli asset sopra indicati sulle piattaforme forex e di CFD di BDSwiss.

*Fonte: Reuters

**Fonte: CNBC

***Fonte: poundsterlinglive

Inizia a fare trading

Capitale a rischio. Soggetto a T&C.

Share.
Risk Warning: Trading in Forex/ CFDs and Other Derivatives is highly speculative and carries a high level of risk. General Risk Disclosure