Il dollaro si stabilizza mentre lo shutdown del governo Usa continua

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

1. Il dollaro si stabilizza mentre lo shutdown del governo Usa continua
Il dollaro ha riguadagnato terreno lunedì dopo essere scivolato la scorsa settimana ai minimi pluriennali dopo lo shutdown del governo Usa. Lo shutdown del governo Usa è entrato in vigore alla mezzanotte di venerdì dopo che i Democratici e i Repubblicani non sono riusciti a giungere ad un accorso sul finanziamento delle operazioni di governo. I Repubblicani e Democratici al Congresso si incolpano a vicenda per l’impasse sulla spesa con lo shutdown del governo Usa che è ormai al secondo giorno! Da notare che, storicamente, i mercati più ampi hanno registrato affondi modesti durante gli shutdown, con i principali indici, come lo S&P500 (SPX500) che sono calati durante il periodo di chiusura.*

2. Attenzione sull’euro in attesa del voto tedesco e l’incontro della BCE
I socialdemocratici tedeschi hanno deciso domenica di avviare i negoziati formali con i conservatori della cancelliera Angela Merkel per formare una coalizione dopo 4 mesi di incertezza politica. L’EUR è stato scambiato in lieve rialzo nei confronti del dollaro in seguito alla notizia, mentre un eventuale successo dei negoziati dovrebbe spingere la moneta unica al rialzo. L’EUR risentirà anche della decisione sui tassi di interesse della Banca centrale europea prevista per questa settimana. La BCE dovrebbe confermare lo status quo giovedì, mentre il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, dovrebbe mettere in guardia dall’impatto negativo dell’inflazione. Qualunque commento hawkish riguardante il futuro dei tassi di interesse potrebbe tuttavia spingere l’EUR al rialzo nei confronti delle sue controvalute.**

3. I prezzi del greggio continuano a crescere
I prezzi dell’oro sono continuati ad aumentare lunedì mattina dopo che l’Arabia saudita ha commentato che la collaborazione tra i produttori di petrolio, volta a limitare l’offerta, continuerà oltre il 2018. La forte crescita economica globale e il calo della produzione Usa ha supportato i prezzi del greggio. In particolare, i future del greggio WTI (USOIL) sono avanzati fino ad un massimo di $63.76 alle 6:00 GMT di questa mattina, in rialzo dello 0.4% dalla chiusura precedente.*

I dati delle trimestrali previsti per questa settimana:
❖ 22/01/2018 – UBS Group AG. (#UBS) pubblicherà le trimestrali prima dell’apertura dei mercati.
❖ 22/01/2018 – Netflix Inc. (#NFLX) pubblicherà le trimestrali dopo la chiusura dei mercati.
❖ 23/01/2018 – Johnson & Johnson (#JNJ) pubblicherà le trimestrali prima dell’apertura dei mercati.
❖ 23/01/2018 – The Procter & Gamble Company (#PG) pubblicherà le trimestrali prima dell’apertura dei mercati.
❖ 23/01/2018 – Verizon Communications (#VZ) pubblicherà le trimestrali prima dell’apertura dei mercati.
❖ 24/01/2018 – General Electric Company (#GE) pubblicherà le trimestrali prima dell’apertura dei mercati.
❖ 24/01/2018 – United Technologies Corporation (#UTX) pubblicherà le trimestrali prima dell’apertura dei mercati.
❖ 25/01/2018 – Caterpillar Inc. (#CAT) pubblicherà le trimestrali prima dell’apertura dei mercati.
❖ 25/01/2018 – 3M Company (#MMM) pubblicherà le trimestrali prima dell’apertura dei mercati.
❖ 25/01/2018 – Intel Corporation (#INTC) pubblicherà le trimestrali dopo la chiusura dei mercati.
❖ 25/01/2018 – Starbucks Corporation(#SBUX) pubblicherà le trimestrali dopo la chiusura dei mercati.

Puoi trovare e fare trading sulle azioni e materie prime sopra indicate sulle piattaforme forex e di CFD di BDSwiss.

*Fonte: CNBC

**Fonte: Seeking Alpha

Inizia a fare trading

Capitale a rischio. Soggetto a T&C.

Share.
Risk Warning: Trading in Forex/ CFDs and Other Derivatives is highly speculative and carries a high level of risk. General Risk Disclosure